Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ho appreso che il 2 aprile è stata la giornata mondiale dell'autismo.
Sarà serivito a qualcosa?
Ho i miei dubbi.
Ho i miei dubbi per una serie di motivi.
- Il primo sta nel capitolo delle cause di questa patologia. Sono in tanti a negare che eventi esterni di natura chimica, farmacologica, alimentare, possano innescare cerebropatie tra cui quella autistica. Il dramma nel dramma è che tra i fiancheggiatori di chi tenta di occultare l'evidenza di queste cause, ci sono anche tanti genitori di soggetti autistici. - Il secondo si identifica nel riscontro di tanti ciarlatani e speculatori, nonchè improvvisati, ridicoli, o obsoleti terapeuti, che si spacciano per curatori dell'autismo, alimentando lo scetticismo di chi -in buona o in cattiva fede- non crede che contro questa patologia si possano ottenere risultati significativi.
- Il terzo si collega al secondo: troppi seminatori di pessimismo, catastrofismo e negativismo, cercano di negare l'evidenza di risultati concreti che possono invece alimentare speranze e soprattutto impegno da parte di chi potrebbe trovare nuovi stimoli per crederci e combattere fino in fondo la battaglia, anzi, la guerra, contro l'autismo.
Guerra che non si vince scegliendo come simbolo un Calimero che, come quasi tutti sanno e ricordano, è un perdente.
Massimo Borghese

www.massimoborghese.it