Disprassia - Buongiorno, sono il papà di un bambino, che oggi ha 13 anni...

Buongiorno, sono il papà di un bambino, che oggi ha 13 anni, a cui sono stati diagnosticati disabilità proprie dell'età evolutiva ( dislessia, discalculia, disortografia... ) e tra le altre anche la disprassia.

Nel tempo, sono state privilegiate strategie volte a migliorare l'aspetto specifico dell'apprendimento, quindi sedute di psicoterapia, che certamente hanno avuto effetti benefici sullo sviluppo del bambino ma, in merito alla disprassia nulla è cambiato.

Insomma abbiamo considerato la disprassia come una conseguenza, o un disturbo che con il tempo sarebbe pasatto, delle disabilità anzidette.

Ho effettuato una semplice ricerca su internet sull' origine della disprassia e, mi sembre di capire, che probabilmente questa potrebbe essere la causa delle disabilità di cui soffre mio figlio.

La mia richesta è questa:

 

E' possibile che la presenza di disprassia su un soggetto in età evolutiva possa far insorgere queste disabilità oltre a disturbi comportamentali, tipo cambi di umore, basso livello di attenzione, opposizione, scarsa autostima, difficoltà a relazionarsi con coetanei ed adulti?

Nel caso che tipo di terapia è consigliata, dove è possibile avere più informazioni?

Grazie per la gentile attenzione

Francesco Renda