Neuropsicomotricista

  • INTRODUZIONE - Ipotesi di individuazione di linee guida per l’utilizzo di Strumenti di Osservazione e Valutazione del Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva

    Ipotesi di individuazione di linee guida per l’utilizzo di Strumenti di Osservazione e Valutazione del Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva - Tesi di laurea di Chiara BURBI

    Lo studio nasce con l’intento di valutare l’applicazione a livello nazionale di protocolli valutativi per

    ...
  • INTRODUZIONE - L’intervento del Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’età Evolutiva in Oncoematologia Pediatrica

    Andrea SATTANINO - L’intervento del Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’età Evolutiva in Oncoematologia Pediatrica

     

    SOMMARIO

    Gli scopi del presente elaborato di laurea sono:

    • Introdurre alle patologie onco-ematologiche pediatriche e alle modalità della presa in
    ...
  • INTRODUZIONE - La Psicomotricità come unione inscindibile dell’affettività, della motricità e della cognitività

    copertina-tesi-maria-padovano

    L’età infantile rappresenta, senza dubbio, un periodo fondamentale dello sviluppo umano, caratterizzato da progressi e acquisizioni che si delineano come essenziali per la

    ...
  • Il ruolo del TNPEE in riferimento alla sindrome di Mowat Wilson

    Prima di soffermarci sul ruolo svolto dal Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (TNPEE), in riferimento allo specifico caso trattato, è necessario definire chiaramente questa figura facendo riferimento al suo profilo professionale. Il TNPEE è identificato come l’operatore sanitario che, in collaborazione con l’equipe multidisciplinare composta da neuropsichiatra infantile e altre discipline di riferimento in ambito pediatrico, attua interventi di prevenzione, terapia e

    ...
  • Basi emotive dell’apprendimento e risvolti in Terapia Neuropsicomotoria

    “ Un ambiente facilitante deve avere qualità umane, non perfezione meccanica”.

    (Winnicott - Dal luogo delle origini 1990; pag. 149)

    “Sperimentare i limiti del proprio vissuto corporeo aiuta a capire le nostre possibilità, con chi ci è consentito usarle e quando è necessario tirarsi indietro”…

    (Libera traduz. da: “La formazione in neuro e psicomotricità dell’età evolutiva alla Salpétrière”, relazione di Madame Françoise Giromini al Convegno: Motricità, pensiero e

    ...
  • Termini e Concetti da definire: Psicomotricista, Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva

    Spesso capita di confondere la figura dello Psicomotricista con quella del Terapista della Neuro e psicomotricità dell’età evolutiva o viceversa.

    Queste due figure vengono confuse nei discorsi di alcuni genitori, di alcuni professionisti, insomma, in troppi contesti.

    Purtroppo ancora oggi, non è chiara la distinzione tra queste due professioni.

    Anche Tu noti questa confusione?

    Se vuoi, insieme possiamo Individuare alcune soluzioni al riguardo.

    In

    ...
  • Presentazione del sito NeuroPsicomotricista.it - Alfredo Cavaliere Converti

    ECCO IL 1°VIDEO DEL CANALE
    SPERO TANTO CHE QUESTO NUOVO PROGETTO POSSA ESSERE INTERESSANTE E UTILE.

    Il mio auspicio è quello di riuscire a soddisfare le aspettative di tutti gli interessati, di divulgare sempre di più ed in maniera concreta e corretta questa professione, di consolidare servizi del portale che ancora non sono riusciti ad emergere ed integrarne altri, magari sottovalutati, come la creazione appunto di

    ...
  • Spazio dedicato a chi è in possesso del diploma di Psicomotricità

    Spazio dedicato a chi è in possesso del diploma di Psicomotricità

    Per inserire articoli è necessario effettuare la registrazione (clicca su registrati nella barra links)

  • Sei alla ricerca di un professionista della Psicomotricità? Inserisci il tuo annuncio !

    ...
  • Disturbi della Neuro-Psicomotricità - Che cosa fare?

    Informazioni Generali

    Le anomalie dello sviluppo neuropsicomotorio, riguardano le problematiche legate  al movimento e all'integrazione tra le diverse competenze motorie e lo sviluppo di abilità relazionali e simboliche.

    Possono risultare compromesse ad esempio la coordinazione motoria generale e oculo-manuale, il controllo dell'equilibrio, le abilità prassiche, la conoscenza  dello schema corporeo. Tali anomalie possono incidere

    ...
  • Corsi triennali di Psicomotricità svolti dalle scuole private - Che cosa offrono?

    I corsi triennali di Psicomotricità svolti dalle scuole private offrono un ottimo bagaglio culturale riguardo a questa professione e permettono in più di lavorare nell’ambito educativo-preventivo, ma, solo nel privato. Il nostro Sistema Sanitario Nazionale non riconosce più tale titolo ma riconosce come figura professionale solo il Terapista  della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva. Pertanto per essere abilitati ad effettuare terapie Neuropsicomotorie e quindi operare nel sanitario

    ...
  • Lista di Avvisi e Concorsi pubblici per Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva tenuti sul territorio Nazionale dall’anno 2007 fino a febbraio 2009

     

    Scadenza

    2 febbraio 2009

    ...
  • Psicomotricità esercizi pratici

    Psicomotricità esercizi pratici

    La psicomotricità,nella pratica si realizza attraverso questi punti fondamentali:

    • Schema corporeo
    • Chi è il terapista della psicomotricità

      Il terapista della psicomotricità è un veicolo che permette al bambino di accedere a una consapevolezza della propria identità corporea, consapevolezza fondamentale per giungere alla capacità di rappresentare emozioni proprie.

      L'obiettivo del terapeuta è quello di aiutare il bambino ad essere in grado di “pensare il suo pensiero”. Accompagna il bambino nel suo percorso non condizionato dal terapista, costruito interamente dal bambino.

      Il terapista si colloca al lato del

      ...
    • Il tempo in psicomotricità

      il tempo in psicomotricità

      I tempi della pratica psicomotoria sono ben strutturati, le sedute non devono capitare per caso senza che il bambino possa aspettarle, desiderarle in ogni caso pensarle.

      Quindi è opportuno spiegare al bambino che in quel posto a quella ora, in quel giorno, si fa quel

      ...
    • Lo spazio della stanza di Psicomotricità

      Lo spazio della stanza di terapia psicomotoria è uno spazio “pensato dall' adulto per il bambino”, ed è il primo grande segnale di attenzione al suo desiderio.

      L'allestimento prevede un'area legata al senso-motorio : questa area è costituita da:

      • Spalliere
      • Scivoli
      • Materassi
      • Materiale da cui e su cui è possibile salire, scendere, cadere, saltare soprattutto verso il basso, attraverso una struttura obliqua in cui ogni
      ...
    • Gli oggetti, gli attrezzi della psicomotricità

      Strumenti rivolti all'unico interesse del bambino: l'accesso alla propria corporeità e alla propria parola.

      • Palloni
      • Funi
      • Bastoni
      • Blocchetti di costruzioni
      • Tappeti

      Strumenti di base:

      • Terapeuta
      • Un corpo
      • dialogo
      • sguardi
    • Psicomotricità Giochi

      Oltre ad essere un importante espressione della vita affettiva del bambino, il gioco permette di sviluppare:

      • abilità motorie
      • cognitive
      • sociali

      in molti bambini con difficoltà, il gioco è inibito, cioè assente nel quotidiano, e questo quasi sempre porta all'esclusione sociale da parte dei coetanei.

      Il terapista della psicomotricità crea le condizioni ottimali per l'espressione ludica, e sollecita strategicamente nel

      ...
    • Le aree di gioco della psicomotricità

      Tonico ­ emozionale

      Si struttura nel dialogo tonico madre ­ bambino, interessa la sensibilità propriocettiva, quindi la funzione tonica, che dal livello neurofisiologico si trasforma gradualmente in tessuto della relazione; interessa anche la sensibilità labirintica e tattile.

       Pre ­ simbolico

      Nasce dalla qualità delle prime relazioni, dai primi dati sensoriali (soprattutto visivi) che si organizzano intorno al binomio "presenza e assenza" e dalla sensibilità

      ...
    • Possibili approcci in Psicomotricità.

      L’impostazione teorica-clinica su cui si fonda la disciplina della Psicomotricità è costituita da una integrazione di più approcci, anche se (tranne in alcuni casi), maggiore rilevanza viene data a quello Psicodinamico. Infatti, giusto spazio trovano gli approcci:

      • Comportamentista
      • Cognitivista
      • Sistemico

      Alcuni di questi o anche tutti, spesso sono adottati contemporaneamente in armonia tra

      ...

    Pagina 1 di 13