Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

brochure_tecniche_masticazione_marzo_2010-1Tecniche di facilitazione per la masticazione e la deglutizione nel bambino con problemi neurologici

[Data Inizio]

  • Sabato 27 marzo 2010           (08.30/18.30)
  • Domenica 28 marzo 2010      (08.30/19.00)

[Obiettivi]

I bambini con gravi problemi neurologici sono un gruppo molto eterogeneo (Paralisi Cerebrale Infantile, Sindromi genetiche, malattie metaboliche), ma alcuni dei loro problemi sono comuni. Solitamente questi bambini mostrano tutti uno scarso accrescimento ponderale. Non sempre le cause sono chiare, ma sicuramente i problemi di alimentazione giocano un ruolo importante. Infatti, una scarsa introduzione di nutrienti può essere dovuta a varie cause, quali inabilità motorie come il controllo della testa, l’impossibilità di tenere il cucchiaino, una scarsa coordinazione mano-bocca ed una disfunzione motoria orale, che rendono difficoltosa se non impossibile una suzione, una masticazione ed una deglutizione efficaci.

 

Nei bambini con Paralisi Cerebrale Infantile la lingua è perlopiù ipertonica ed ipomobile, le labbra non riescono a chiudersi chiudono attorno al cucchiaino, e la bocca viene aperta in modo sproporzionato, per cui una parte del cibo refluisce ed esce dalla bocca, mentre una parte viene accumulata nel cavo orale. In molti casi coesistono deformità muscolo-scheletriche (contratture muscolari del tratto nucale e cifoscoliosi).

Queste difficoltà finiscono per aumentare in modo considerevole la durata di un pasto, rispetto a quello dei bambini sani. Questi bambini inoltre, mostrano maggiori difficoltà a tenere in bocca cibi frullati, rispetto ai cibi solidi, nonostante questi ultimi siano più difficili da masticare. Rigurgiti, vomiti ed aspirazione del materiale ingerito, con grave rischio di polmonite ab ingestis, sono una frequente conseguenza. E’ noto che i bambini con gravi handicap neurologici, siano più a rischio di reflusso gastro-esofageo, il che può ulteriormente aggravare la situazione clinica. Inoltre frequentemente, questi bambini soffrono anche di crisi epilettiche.

Visto che la nutrizione risulta spesso così difficile, richiedendo un notevole impegno familiare e spesso, senza raggiungere un adeguato apporto calorico, risulta evidente la necessità di far adottare una diversa strategia di alimentazione a tutte quelle figure, che ruotano attorno al bambino e se ne prendono cura.

[Programma] Vedere Brochure allegata

[Quota] € 160.00 - Modalità di iscrizione e pagamento sulla Brochure allegata

[Crediti ECM]

  • 21 crediti per Fisioterapisti
  • 21 crediti per Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva
  • 21 crediti per Logopedisti

[Destinatari]

  • Fisioterapisti
  • Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva
  • Logopedisti

[Relatori]

  • Dott.sa  Francesca Gheduzzi  - Fisioterapista pediatrica
  • Dott.sa  Maria Rosaria Tallarino - Logopedista

[N° ore] 18

[N° di partecipanti] Minimo 14  Massimo 30

[Sede dell'Evento]

  • Associazione ERIA
  • Via Aldo Moro, 38
  • 80056 Ercolano - Napoli

[Segreteria organizzativa]

  • Sig.ra  Imma Petrone
  • Tel.  081/0093434 – 081/6588896 – 347 9257990
  • www.associazioneeria.it