Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

2012-03-21-milano

Convegno - CORPO ED ESPERIENZA DELL’ALTRO: NEUROSCIENZE E PSICOPATOLOGIA
21 aprile 2012

Sede del convegno - Auditorium Centro Missionario PIME - via Mosè Bianchi 94
Milano

INTRODUZIONE AL CONVEGNO - La mia anima è una misteriosa orchestra; non so quali strumenti, suoni e strida dentro di me: corde e arpe, timballi e tamburi. Mi conosco come un’orchestra. F. Pessoa

Molte dimensioni della psicopatologia contemporanea riflettono il modello della “mente” che si è andato affermando nell’ultimo secolo; le scoperte delle neuroscienze hanno messo in crisi tale modello prospettando una “intersoggettività” originaria, che precede la stessa costituzione della mente individuale: il “noi” prima ancora di un “io” autocosciente. Per sapere che un altro essere umano soffre o gode, cerca cibo o riparo, sta per aggredirci o baciarci, non dobbiamo necessariamente ricorrere al linguaggio verbale né affidarci esclusivamente all’ attribuzione esplicita agli altri di stati mentali rappresentati proposizionalmente. E’ il corpo che vive l’esperienza ad avere un ruolo determinante nella generazione dell’attività mentale e le neuroscienze e la psicologia dimostrano che l’essenza dell’intelligenza umana non si comprende escludendo le emozioni. « …tuttavia quello stesso corpo ha già agito e risposto molto prima che il soggetto potesse anche solo decidere di agire o di rispondere… » (C. Sini)

Il sé non è un’entità”, ma, al contrario, si forma in un processo dinamico che si sviluppa parallelamente all’evoluzione biologica. E mentre risuoniamo, in movimento, con i corpi degli altri, noi siamo consapevoli delle nostre possibilità motorie in quanto nostre e delle possibilità motorie degli altri come loro proprie. Quindi, il sistema motorio ci fornisce contemporaneamente un terreno comune e un criterio per distinguere la consapevolezza di sè da quella degli altri.
I meccanismi di rispecchiamento sottolineano quanto le nostre possibilità motorie plasmino il nostro essere in relazione con gli altri, almeno a un livello elementare (Gallese e Sinigaglia 2009, 2011). I neuroni specchio e gli altri meccanismi di rispecchiamento del nostro cervello danno un fondamento all’emergenza di un elementare senso di sé e degli altri, perché riflettono il legame intrinseco tra appartenenza e alterità che caratterizza la nostra esperienza di sé corporei che agiscono e percepiscono sensazioni.

Il convegno, attraverso contributi teorici e discussioni cliniche, ci propone una riflessione su questo modello che oggi sembra mostrarsi sufficientemente potente e complesso sia in termini teorici che epistemologici tale da orientare interventi riabilitativi e terapeutici.

PROGRAMMA

  • Ore 8,00 Accoglienza e registrazione dei partecipanti
  • Ore 9,00 Saluto del Presidente della Fondazione Don C. Gnocchi-Onlus - Mons. Angelo Bazzari Chairman: Paolo Mocarelli
  • Ore 9,15 " Riconoscimento delle emozioni e trauma infantile." V. Gallese
  • Ore 10,15 "Lo sviluppo dei processi imitativi in due gemelli con autismo, seguiti con interventi psicoeducativi e riabilitazione in acqua" M. Forni, S. Solari, A. D’Amato, S. Leopizzi, Commento con V. Gallese
  • Ore 11,00 Coffee break
  • Ore 11,15 “Approccio riabilitativo in un bambino con disabilità cognitiva: tra imitazione, comprensione verbale e interazione”, R. Bracceschi, M. Luzi, F. Rossi e L. Traini, Commento con V. Gallese
  • Ore 12,00 "Intersoggettività ed aging: asincronia funzionale nell'interpretazione e nelle possibilità motorie. Opzioni terapeutiche-riabilitative.", R. Nemni e F. Baglio, Commento con V. Gallese
  • Ore 12,45 Dibattito
  • Ore 13,15 Pausa

Chairman: Raffaello Nemni

  • Ore 14,15 “Esordio psicotico e confini del sé corporeo.”, V. Gallese
  • Ore 15,15 “Soggetti cognitivamente modificati: corpo, mente e relazione negli spazi virtuali.”, D. La Barbera
  • Ore 16,15, Tavola rotonda e dibattito, V. Gallese, D. La Barbera, M. Forni, L. Traini
  • Ore 17,30 Conclusioni
  • Ore 17,45 Questionario ECM

Accreditamento E.C.M. richiesto per Medici, Psicologi, Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva, Logopedisti, Fisioterapisti, Terapisti Occupazionali, Educatori Professionali, Infermieri Professionali, Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica

Quota iscrizione: € 100,00
Per studenti € 40,00

Scadenza iscrizioni: 30 marzo 2012

Allegati:
Scarica questo file (brochure.pdf)brochure.pdf