Banner - Top - Orizzontale

BIBLIOGRAFIA - SITOGRAFIA - Il SÉ CORPOREO in Terapia Neuropsicomotoria: concetti teorici, osservazione, esperienza clinica

BIBLIOGRAFIA

  • Ambrosini e Pelegatta (2012). Il gioco nello sviluppo e nella terapia psicomotoria. ANUPI, Erickson, Trento.
  • Ayres A. J. (2012). Il bambino e l’integrazione sensoriale. Le sfide nascoste della sensorialità. Giovanni Fioriti Editore, Roma.
  • Bainbridge Cohen B. (2020). Sensazione, emozione, azione. L’Anatomia Esperienziale del Body Mind Centering. Epsylon Editrice, Roma.
  • Berti E. e Comunello F. (2011). Corpo e mente in psicomotricità. Pensare l’azione in educazione e terapia. ANUPI, Erickson, Trento.
  • Berti E., Comunello F., Nicolodi G. (1988). Il labirinto e le tracce. Una ricerca di terapia infantile attraverso la comunicazione non verbale. Giuffrè Editore, Milano.
  • Berti E., Comunello F., Savini P. (2001). Il contratto terapeutico in terapia psicomotoria. Dall’osservazione al progetto. Edizioni Junior, Azzano San Paolo (BG).
  • Bettini L. (2017). Il linguaggio simbolico in psicomotricità relazionale. Teorie, esperienze e percorsi operativi. ANUPI, Erickson, Trento.
  • Borghi A. M. e Cimatti F. (2010). “Embodied cognition and beyond: Acting and sensing the body”. Neuropsychologia, 48, pp. 763-773.
  • Cartacci F. (2011). “L’argine del fiume: educazione come regolazione”. Psicomotricità, 15 (2), pp. 32-35.
  • Cartacci F. (2013). Movimento e gioco al nido. Proposte di interazioni sensibili con bambini da 0 a 3 anni. ANUPI, Erickson, Trento.
  • Cartacci F. (2014). “La matrice intersoggettiva come paradigma clinico? Intervista al professor Massimo Ammaniti”. Psicomotricità, 18 (3), pp. 7-10.
  • Corradi-Dell’Acqua C., Tessari A. (2010). “Is the body in the eye of the beholder? Visual processing of body in individuals with anomalous anatomica sensory and motor features”. Neuropsychologia, 48, pp. 689-702.
  • Costa A., Fanzaga M., webinar “Educare attraverso il corpo. Introduzione all’approccio somatico del Body Mind Centering in ambito evolutivo”, 04/05/20, disponibile online all’indirizzo www.percorsiformativi06.it
  • Daprati E., Sirigu A., Nico D., (2010). “Body and movement: Consciousness in the parietal lobes”. Neuropsychologia, 48, pp. 756-762.
  • De Panfilis C. (2015). “Il tono: clinica e semeiotica”. Psicomotricità, 1 (3), pp 11-15.
  • De Vignemont F., (2010). “Body schema and body image – Pros and cons”. Neuropsychologia, 48, pp. 669-680.
  • Desfari H. S., Dovern A., Fink G. R., Weiss P. H. (2019). “Deficient body structural description contributes to apraxic end-position errors in imitation”. Neuropsychologia, 133, pp. 107-150.
  • Di Sarno A. D., Costa V., Di Gennaro R., et al. (2019). “Alle radici del senso di Sé: proposte per uno studio sull’emergere della consapevolezza corporea nella prima infanzia”. Phenomena Journal, 1 (2), pp. 37-46.
  • Fontan A., Cignetti F., Nazarian C. et al. (2017). “How does the body representation system develop in the human brain?” Developmental Cognitive Neuroscience, 24, pp. 118-128.
  • Gallese V., Ferri F., Sinigaglia C., (2015). “Corpo, Azione e Coscienza Corporea di Sé: una prospettiva neurofenomenologica”, disponibile online all’indirizzo www.accademia.edu
  • Gallese V. e Sinigaglia C. (2010). “The bodily self as power for action”. Neuropsychologia, 48, pp. 746-755.
  • Gamelli P., webinar “Apprendere ed educare in tutti i sensi. La proposta della pedagogia del corpo”, 18/05/20, disponibile online all’indirizzo www.percorsiformativi06.it
  • Giannoni P., Zerbino L. (2000). Fuori schema. Manuale per il trattamento delle paralisi cerebrali infantili. Springer, Milano.
  • Gison G., Bonifacio A. e Minghelli E. (2012). Autismo e psicomotricità. Strumenti e prove di efficacia nell’intervento neuro e psicomotorio precoce. ANUPI, Erickson, Trento.
  • Impara L. (2019). “Coscienza ed immagine corporea nella globalità educativa”. Giornale italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva, 3 (1), pp. 66-74.
  • Lapierre A. e Aucouturier B., (1996). La simbologia del movimento. Psicomotricità ed educazione. Edipsicologiche, Cremona.
  • Le Boulch J. (1975). Verso una scienza del movimento umano. Armando Editore, Roma, in Wille e Ambrosini (2010).
  • Le Menn-Tripi C., Vachaud A., Defas N., Malvy J., Roux S., Bonnet-Brilhault F., (2019). “Sensory-psychomotor evaluation in Autism: A new tool for functional diagnosis”. L’Encèphale, 45 (4), pp.312-319.
  • Livoir-Petersen M. F. (2015). “Il dialogo tonico-emozionale. Uno sguardo che permette al bebè di passare da una sequenza di stati tonici a degli stati d’animo”. Traduzione a cura di Francesco Pucci. Psicomotricità, 1 (3), pp. 17-24.
  • Longo M. R., Azanòn E., Haggard P. (2010). “More than skin deep: Body representation beyond primary somatosensory cortex”. Neuropsychologia, 48, pp. 655-668.
  • Mansi G. L. (2005). “Disturbi dell’immagine corporea”. Saggi – Child development & disabilities, Associazione La Nostra Famiglia “Eugenio Medeaa”, Guest Editor, vol. XXXI (2), parte I.
  • Massenz M. e Franzoi A. (2015). “La regolazione tonica nel bambino. Uno strumento per la valutazione e il trattamento in terapia neuropsicomotoria”. Psicomotricità, 1 (3), pp. 39-46.
  • Medina J. e Branch Coslett H. (2010). “From maps to form to space: Touch and the body schema”. Neuropsychologia, 48, pp. 645-654.
  • Nicolodi G. (2000). Ti aiuto a giocare. Un modello di terapia infantile basato sulla ricerca di un ecologico senso del gioco. CSIFRA, Bologna.
  • Nicolodi G. (2015). L’educazione psicomotoria nell’infanzia. Lo sguardo come presenza: principi, obiettivi e metodologia. ANUPI, Erickson, Trento.
  • Nicolodi G., webinar “L’adulto di fronte al gioco del bambino”, 25/08/20, disponibile online all’indirizzo www.percorsiformativi06.it
  • Persico M. T. (2015). “La dimensione tonica”. Psicomotricità, 1 (3), pp. 3-5.
  • Rochat P. (2010). “The innate sense of the bosy develops to become a pubblic affair by 2-3 years”. Neuropsychologia, 48, pp. 738-745.
  • Russo R. C. (2002). Sviluppo neuropsicologico del bambino. La conoscenza del bambino nel suo ambiente naturale di vita. Casa Editrice Ambrosiana, Milano.
  • Sabbadini L. (2005). La disprassia in età evolutiva. Spinger-Verlag Italia, Milano.
  • Schilder P. (1992). Immagine di sé e schema corporeo. FrancoAngeli, Milano.
  • Sherwood L. (2012). Fondamenti di fisiologia umana. Piccin Nuova Libraria, Padova.
  • Stern D. N. (1985). Il mondo interpersonale del bambino. Programma di Psicologia, Psichiatria, Psicoterapia. Bollati Beringhieri editore, Torino.
  • Tessari A., Tsakiris M., Borghi A. M., Serino A., (2010). “Editorial: The sense of body: A multidisciplinary approach to body representation”. Neuropsychologia, 48, pp. 643-644.
  • Tsakiris M., (2010). “My body in the brain: A neurocognitive model of body ownership”. Neuropsychologia, 48, pp. 703-712.
  • Vayer P. e Saint-Pierre C. (2002). L’osservazione dei bambini piccoli. Revisione dell’esame psicomotorio. Edizioni Scientifiche Ma.Gi., Roma.
  • Vecchiato M. (2007). Il gioco psicomotorio. Psicomotricità psicodinamica. Armando Editore, Roma.
  • Wille A., Ambrosini C. (2010). Manuale di Terapia Psicomotoria dell’Età Evolutiva, Cuzzolin, Napoli.
  • Wong A. L., Steven A. J., Smith L. L., Buxbaum L. J., Krakauer J. W. (2019). “Movement Imitation via an Abstract Trajectory Representation in Dorsal Premotor Cortex”. The Journal of Neuroscience, 39 (17), pp. 3320-3331.

SITOGRAFIA

Tratto da www.neuropsicomotricista.it  + Titolo dell'articolo + Nome dell'autore (Scritto da...) + eventuale bibliografia utilizzata

Shop Neuropsicomotricista