Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
  • American Psychiatric Association (2013), DSM-5. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Milano, Masson.
  • American Psychiatric Association (2004), DSM-IV-TR. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Milano, Masson.
  • Bayley N. (2009), Bayley-III Bayley Scales of Infant and Toddler Development - Third Edition, Giunti O.S. Firenze.
  • Battaglia F.M. Dispense lezioni Scienze Riabilitative dello Sviluppo II (A.A. 2015-2016).
  • Battaglia F.M., Savoini M (2007), Traduzione e adattamento delle: GMDS-R, Griffiths Mental Development Scales (0-2 anni), Giunti O.S. Firenze.
  • Bauman M.L. (1992), Neuropathology of autism. In AB Joseph & RR Young (a cura di), Movement disorders in neurologyand psychiatry. Boston: Blackwell.
  • Bedford R. et al (2015), Early gross motor skills predict the subsequent development of language in children with autism spectrum disorder. Autism Res.
  • Boeri L. Dispense lezioni Scienze Riabilitative dello Sviluppo IV (AA 2015-2016).
  • Bruininks R.H, Bruininks B. D. (2005), Bruininks-Oseretsky Test of Motor Proficiency, Second Edition.
  • Cattaneo L., Fabbri-Destro M., Boria S., Pieraccini C., Monti A., Cossu G., Rizzolatti G. (2007), Impairment of actions chains in autism and its possible role in intention understanding.
  • Cianchetti C, Sanni Fancello G (2007), Traduzione e adattamento italiano delle: GMDS-ER, Griffiths Mental Development Scales (0-8 anni), Giunti O.S. Firenze.
  • Colina D (2015), 150 Giochi in movimento, potenziare i prerequisiti motorio-prassici per l’apprendimento. Erickson.
  • Coppo B., Branchi A., Di Bortolo P., Fossa R. (1995), Evoluzione del calcio e del lancio della palla dai 3 ai 7 anni. Tesi del Corso Triennale di Psicomotricità del CSPPNI s.r.l.
  • Crosti D., Gardon L., Partesana E. (1988), Evoluzione dell'integrazione somatica nel lancio e nel calcio della palla. Indagine su un campione di 470 bambini d'età compresa tra 1 e 8 anni. Tesi del Corso Triennale di Psicomotricità del CSPPNI s.r.l.
    Zoccheddu C., Tesi di Laurea in Neuropsicomotricità: “L'uso delle scale Griffiths come strumento di valutazione dello sviluppo atipico e base di programmazione dell'intervento neuropsicomotorio" (AA 2014-2015).
  • Dale A. Ulrich (2000), “TGMD-2, Test of Gross Motor Development – 2° Edition”, ProEd, Inc.
  • Esposito G, Venuti P (2008), Persistenza delle anomalie motorie in soggetti con Disturbo dello Spettro Autistico, Dipartimento di Scienze della Cognizione e della Formazione, Università di Trento, Vol. 7, n. 3.
  • Gison G, Bonifacio A, Minghelli E (2012), Autismo e psicomotricità. Erickson, Trento.
  • Hill Elisabeth L. (2001), Non-specic nature of specic language impairment: a review of the literature with regard to concomitant motor impairments, Department of Experimental Psychology, University of Cambridge, UK
  • ISS-SNLG – Istituto Superiore Sanità, Sistema Nazionale per le Linee Guida (2011).
  • Le Boulch, (1989), Verso una scienza del movimento umano, Armando, Roma.
  • Leary M., Hill D. (1996), Moving on: Autism and movement disturbance, Mental Retardation.
  • Leonard L.B. (1998), Children with specific language impairment, Cambridge, MA, MIT Press.
  • Liberman A.M. (1967), Perception of the speech code. Psycological review.
  • Marotta L., Caselli M.C. (2014), I disturbi del Linguaggio, caratteristiche, valutazione, trattamento, Erickson. Trento.
  • Meinel S. (1984), Teoria del movimento, Società Stampa Sportiva, Roma.
  • Miller L. J., Oakland T., Herzberg D.S. (2013), “Goal-Oriented Assessment of Lifeskills”, WPS unlocking potential.
  • Orsini N. Dispense lezioni Scienze Riabilitative dello Sviluppo III (AA 2015-2016)
  • Rhonda F.M., Fewell R.R. (2000), Peabody Developmental Motor Scales, Second Edition.
  • Rizzolatti G., Fadiga F., Gallese V., Fogassi L. (1996), Premotor cortex and the recognition of motor action. Cogn Brain Res, 3, 131-141.
    Russo R.C. (1985), Genesi ed evoluzione dell’atto motorio, Notiziario AISPSIM.
  • Russo R.C. (2015), Sviluppo delle abilità motorie, Processi evolutivi organizzativi, cognitivi e psicologici dell’atto motorio.
  • Sabbadini G. (1995), Manuale di neuropsicologia dell’età evolutiva, Zanichelli.
  • Sabbadini L. (2015), APCM, Abilità Prassiche e della Coordinazione Motoria – 2a Edizione, Hogrefe.
  • Schmidt R.A. (1975), A schema theory of discrete motor skill learning, Psycological Review.
  • Schmitz C., Martineau J., Barthelemy C. e Assaiante C. (2003), Motor control and children with autism: deficit of anticipatory function, NeurosciLett.
  • Sciarretta L. Dispense lezioni Scienze Riabilitative dello Sviluppo II (AA 2015-2016)
    Sheila E. Henderson e David A. Sugden (2000), MOVEMENT ABC, Batteria per la Valutazione Motoria del Bambino, Giunti O.S. Firenze.
  • Sheridan M.D. (2009), Dalla nascita ai cinque anni. Le tappe fondamentali dello sviluppo, Cortina Raffaello. Milano.
  • Skinner A.T., Thomson A.M., (1985), La rieducazione in acqua, Ed. Marrapese. Roma.
  • Teitelbaum P. (1992), Movement analisys in infancy may be useful for early diagnosis of autism. PNAS USA.
  • Tomasello M. (2003), Constructing a language: A usage-based theory of language acquisition, Cambridge, Massachussets, Harvard University Press.
  • Vio C. e Lo Pregi G. (2014), Diagnosi dei disturbi evolutivi, Erickson.
  • Walle E.A. and Campos J.J. (2014), Infant language development is related to the acquisition of walking. Dev. Psychol. 50, 336-348.
  • Wille A M, Ambrosini C. (2008), Manuale di terapia psicomotoria dell’età evolutiva, Cuzzolin. Napoli.

 

Indice

 
 
PREMESSA, ABSTRACT E INTRODUZIONE
 
  1. Lo sviluppo motorio dai 3 ai 6 anni: Coordinazioni Cinetiche Semplici; Coordinazioni Cinetiche Complesse; Coordinazioni Oculo-Motorie; Coordinazioni Oculo-Manuali.
  2. Test per la Valutazione Motoria: BAYLEY-III (Bayley Scales Of Infant And Toddler Development - Third Edition); GMDS–ER (Griffiths Mental Developmental Scales); M-ABC (Movement Assessment Battery for Children); BOT-2 (Bruininks-Oseretzky Test of Motor Proficiency, Second Edition); APCM – 2 (Abilità prassiche e della Coordinazione Motoria, 2° Edizione); TGMD–2 (Test of Gross Motor Development–Second Edition); GOAL (Goal-Oriented Assessment of Lifeskills); SCALA METRICA DI OSERETZKY E GUILMAN; PDMS-2 (Peabody Developmental Motor Scales, Second Edition)
  3. Profili di Sviluppo Motorio nello Sviluppo Atipico: Disturbi dello Spettro dell’Autismo; Disabilità Intellettiva; Disturbo specifico del Linguaggio.
  4. Descrizione del lavoro e Casistica: Materiale e metodo di valutazione; Risultati ottenuti alla valutazione a T0; Discussione dei risultati a T0, obiettivi e metodologia di intervento;
    1. Trattamento neuropsicomotorio: Introduzione: Trattamenti individuali o in piccolo gruppo, Coordinazione generale, Ritmo, corsa, inibizione e controllo, Equilibrio, Coordinazioni oculo-manuali; Psicomotricità in acqua; Trattamento estivo intensivo; Risultati alla rivalutazione a T1 e confronto con T0.
 
CONCLUSIONI
 
BIBLIOGRAFIA
 

Tesi di Laurea di: Chiara MONDINI