Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

Limitatamente alla mia esperienza di lavoro su tre bambini, mi è stato possibile capire quanto indispensabile e produttivo sia ricercare sempre l’apprendimento intelligente e quindi finalizzato.

La nostra prospettiva infatti dev’essere volta al futuro, pensando ad una vita autonoma, integrata nella società, ad un inserimento lavorativo.

Essere in grado di apparecchiare e sparecchiare la tavola, lavare e asciugare correttamente i piatti (o usare la lavastoviglie); prendere un autobus o viaggiare in treno; prepararsi un panino quando se ne ha voglia; falciare l’erba del prato, stare in compagnia, sono capacità che – in prospettiva della vita adulta – concorrono in modo fondamentale alla qualità della vita delle persone disabili e delle loro famiglie. Anche in caso di inserimento in centri diurni o in strutture residenziali, saper fare queste cose rende la vita più semplice e consente di avere cose da fare per non essere abbandonati alle stereotipie o ad attività “occupazionali” (nel senso di “occupare il tempo” e farlo semplicemente passare).

Il lavoro svolto in questa tesi, è sicuramente proponibile ad ogni bambino che presenti difficoltà adattive e segna per me l’inizio di un lungo percorso futuro, volto a incidere davvero sulla qualità di vita dei nostri bambini, non dando niente per scontato e acconten¬tandosi di piccoli, ma costanti, progressi.

 

Le fiabe non insegnano ai bambini che esistono i draghi.
I bambini lo sanno già.
Quel che le fiabe insegnano ai bambini
è che i draghi possono essere sconfitti.
Chesterton

 

Indice

INTRODUZIONE
 

CAPITOLO 1 - Definire la disabilità intellettiva: dal ritardo mentale ai disturbi dello sviluppo intellettivo

  1. Definizione e criteri 
  2. Classificazione secondo l’ AAMR
  3. Cause di disabilità intellettiva
  4. Caratteristiche descrittive e disturbi mentali associati
  5. Reperti dell’esame fisico e condizioni mediche associate
  6. Caratteristiche collegate a cultura, età e genere
  7. Diagnosi differenziale

 

CAPITOLO 2 - Scale di valutazione dell’intelligenza e del livello di sviluppo

  1. Cenni storici
  2. Principali scale di misurazione dell’intelligenza e del livello di sviluppo

 

CAPITOLO 3 - Il comportamento adattivo

  1. Comportamento adattivo secondo i manuali diagnostici
  2. Linee guida AAMR
  3. Valutazione delle capacità adattive- Scale Vineland
  4. Articolazione delle scale Vineland
  5. L’intervista Vineland e la sua utilizzazione

 

CAPITOLO 4 - La classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute, ICF

 

CAPITOLO 5 - Integrazione sociale e qualità di vita

  1. Nuovo paradigma per la disabilità intellettiva
  2. Ottica di qualità di vita e pianificazione dei sostegni
  3. Integrazione nei contesti di vita

 

CAPITOLO 6 - Trattamento Neuropsicomotorio nella disabilità intellettiva

 

CAPITOLO 7 - Casi Clinici 

  1. Caso 1: G. - Presentazione caso; Il bambino oggi; Valutazione Vineland; Proposte di trattamento
  2. Caso 2: L. - Presentazione caso; Il bambino oggi; Valutazione Vineland; Proposte di trattamento
  3. Caso 3: D. - Presentazione caso; Il bambino oggi; Valutazione Vineland; Proposte di trattamento

Risultati valutazioni Vineland- Allegati

 

 
CONCLUSIONI

 

BIBLIOGRAFIA
 

Tesi di Laurea di: Maria FERRARA