Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I capitolo "Andare verso la gente"

La Folla

Si può considerare la folla come la forma più elementare di gruppo. Essa connota una mancanza di caratteristica comune fra più individui, bensì una semplice vicinanza fisica che permette di soddisfare i desideri dei singoli partecipanti. E’ il caso dei bagnanti di una spiaggia o dei giovani che acclamano in un concerto.

La situazione della folla sviluppa uno stato psicologico tipici:

  • la passività delle persone riunite nei confronti di tutto ciò che non ha che vedere la soddisfazione immediata della loro motivazione individuale;
  • assenza o debole livello di contatti sociali o di relazioni interumane;
  • contagio delle emozioni e rapita propagazione all’insieme di un’agitazione nata in un punto;
  • stimolazione latente prodotta dalla presenza dell’altro in dose massiva: e che può esplodere sotto forma di azioni collettive passeggere e parossistiche, segnate dal marchio;
  • della violenza o dell’entusiasmo o che può invece indurre un’apatia collettiva impermeabile a quasi tutti gli interventi.

I fenomeni di folla sono stati separati dai fenomeni di massa.

Certamente la presenza massiva di altri essere umani è una causa essenziale di alcuni dei comportamenti constatati nella folla. Ma sarebbe auspicabile far uso del termine folla per ogni riunione spontanea o convenzionale di un gran numero di persone e riservare l’espressione massa a tutti i fenomeni di psicologia collettiva riguardante un numero ancora più grande di persone, che non sono fisicamente riunite né riunibili: la moda, l’opinione pubblica, le correnti di pensiero…ecc.

La Banda

La folla si definisce in base alla psicologia della simultaneità. Una folla ha in comune la solitudine. La banda ha, invece, in comune la somiglianza.
La banda è molto diversa dalla folla, per il numero limitato dei suoi membri (alcune unità o alcune decine), per la sua maggiore durata.Essa si crea quando una serie di individui in genere adolescenti, s’incontrano per stare insieme in quanto “ci si riconosce come simili”.I membri tendono a omologarsi tra di loro, e tutto ciò da un senso di sicurezza e di sostegno affettivo.

La vita nella banda è breve poiché la crescita psicologica dei singoli individui mina le radici della funzione primaria. Se invece la banda perdura si trasforma in gang e di conseguenza cambiando anche la sua struttura interna, comincia a funzionare come gruppo primario.

lI raggruppamento

Quando delle persone si riuniscono, che siano in numero ridotto, medio o elevato, con una frequenza di riunioni più o meno grande, con una permanenza relativa di obiettivi negli intervalli delle riunioni, costituiscono un raggruppamento.

Gli obiettivi del raggruppamento rispondono ad un interesse comune a tutti i membri. Questi ne sono parzialmente coscienti, ma la maggior parte non si fa carico attivamente di quest’interesse, i membri sono privi di legami e di contatti. Si potrebbe dire che questo loro obiettivo è comune ma che, individualmente, non hanno nulla in comune; non se ne sono appropriati. La maggior parte delle associazioni, sono di questo tipo.

Si possono enumerare, in maniera non limitativa, altri esempi: assemblea, coalizione, collettività, camerate, colonie, compagnie, confraternite, frazioni, harem, legioni, truppa, unità.