Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il Gattonare - Ogni movimento che il neonato padroneggia, da il via ad una nuova fase dello sviluppo.

A sette mesi il bambino ha già imparato a girarsi, sedersi e tendersi per prendere gli oggetti che gli interessano, ore sta per accrescere il suo repertorio di gesti , ha raggiunto un punto di svolta e per ottenere ciò che vuole dovrà apportare un cambiamento, questo gli provocherà frustrazione, ma sarà proprio la frustrazione a spingerlo finalmente a gattonare.Si ritrova a quattro zampe è una nuova postura per lui è come se il suo corpo sapesse ciò che deve fare per farlo muovere. La sfera emotiva e quella fisica sviluppano di pari passo.

A nove mesi il piccolo è abbastanza forte per alzarsi a carponi, è la postura perfetta per gattonare ed esplorare il mondo, ma ancora gli serve molta pratica perché questo nuovo movimento risulti fluido; le prime volte potrebbe ottenere come risultato, lo strisciamento del corpo verso dietro.

Sono state riconosciuto dal gattonamento 25 posture diverse, molte di esse non risultano abituali, ma comunque serviranno al bambino per portarlo dove desidera.

Il gattonamento rappresenta una dichiarazione di libertà, suscita nuovi obiettivi, è un momento gioioso per il bambino e non solo, permette al bambino di spostarsi da un lato all’altro della stanza e di condividere con l’altro questo spazio,  scoprire nuovi luoghi. Ma in questo periodo il piccolo non percepisce il vuoto e quindi non riesce a valutare la possibilità di pericoli.