Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La sindrome di Prader Willi (PWS), descritta nel 1956 da due medici A. Prader e H. Willi, è una malattia genetica caratterizzata da un complesso ed eterogeneo quadro clinico che colpisce entrambi i sessi in eguale misura con un'incidenza riportata nei vari studi tra 1/10000 e 1/25000 nati vivi.

È proprio la complessità di tale sindrome che rende l’approccio medico e riabilitativo particolarmente interessante; infatti un sensibile miglioramento della qualità della vita dei pazienti affetti da sindrome di Prader-Willi passa in primo luogo per un intervento mirato, precoce e multidisciplinare che coinvolge tutti gli operatori, nonché la scuola e la famiglia.