Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Le caratteristiche cliniche principali che costituiscono la Sindrome da deficit attentivo sono tre:

  • Impulsività;
  • Disattenzione;
  • Iperattività.

L'Impulsività può portare ad incidenti ed al coinvolgimento in attività potenzialmente pericolose, senza considerare le possibili conseguenze.

I bambini con SDA, hanno difficoltà nel portare a termine un lavoro, danno spesso l'impressione di non ascoltare,si distraggono facilmente, hanno difficoltà di concentrazione in un compito che richiede uno sforzo mentale protratto. Spesso agiscono senza riflettere, passano con eccessiva facilità da un'attività all'altra, hanno difficoltà ad organizzare il lavoro, richiedono un controllo continuo, parlano spesso ad alta voce in classe, hanno difficoltà a rispettare il proprio turno nel gioco o in situazioni di gruppo, hanno difficoltà a rimanere seduti in quanto si muovono continuamente, spesso manifestano comportamenti agitati nel sonno.

I bambini con SDA, hanno una spiccatissima tendenza a ricercare delle gratificazioni e simulazioni immediate, hanno difficoltà a modulare il livello di “eccitazione” o di velocità di reazione di fronte alle richieste delle situazioni ed è scarsamente sviluppato in loro il pensiero consequenziale.

Spesso, una disciplina non sistematica ed una vita familiare disordinata e disorganizzata, possono facilitare l'insorgenza nel soggetto dell'incapacità di sviluppare efficaci strategie cognitive e conoscenze.

La terapia con farmaci stimolanti, potrà migliorare l'abilità attentiva del bambino; le tecniche di rilassamento e del biofeedback potranno portare ad un miglior auto-controllo del livello di eccitazione e di emotività,mentre le tecniche educative comportamentali,potranno potenziare la motivazione e l'investimento in termini d'impegno.

Molti programmi di recupero con SDA, si concentrano sulla diminuzione delle esperienze d'insuccesso tramite la riduzione delle aspettative ed un sostegno individuale.

Per poter instaurare un autentico rapporto di collaborazione con tali bambini, sono richiesti una profonda competenza in campo educativo ed una notevole creatività, affinché il soggetto possa apprendere le abilità di autocontrollo metacognitive e sociali necessari per superare le proprie difficoltà.E' importante inoltre un intervento globale sul bambino (famiglia, centro, scuola) quindi un'interrelazione fra le varie istituzioni sopra citate.